Comunità per minori “Il Guado”

La comunità educativa per minori  “Il Guado” nasce nel 1997 e fin da allora si è occupata di offrire una residenza a minori temporaneamente allontanati dalla propria famiglia da parte dell’ Autorità Giudiziaria e nel corso degli anni il progetto ha potuto ampliarsi e svilupparsi in maniera continua.
Dopo Dalmine e Levate infatti dal 2007 la sede definitiva della comunità è a Stezzano, in un vecchio cascinale di proprietà di una cooperativa di tipo B (Cooperativa della comunità) in un appartamento di 240 mq2 che “Il Pugno Aperto” ha potuto ristrutturare grazie ad un finanziamento della Fondazione Cariplo e che ad oggi può permettersi di accogliere fino ad 8/9 minori.
Gli obiettivi del progetto sono i seguenti:

  • porsi come “ambiente di vita” per i minori, dove quotidianità ed attività si integrano per una relazione quotidiana che possa permettere il nascere di un clima “familiare” senza simulare però la famiglia.
  • riproporre esperienze in grado di sostenere effettivamente e materialmente il percorso di crescita dell’identità personale di ciascuno ragazzo della comunità.
  • la qualità della relazione educativa e la costruzione di percorsi educativi individualizzati costruiti in sinergia tra comunità e tutti i soggetti coinvolti (servizi sociali, famiglia d’origine, territorio di provenienza, T.M.) nella vicenda di ogni ragazzo accolto.

(Oggi collaborano con la Comunità 15 volontari e 3 famiglie di appoggio per il tempo libero dei minori.)

Sezione di riferimento: